È necessario analizzare le barre/curve sul timeframe?

 

La rappresentazione abituale delle quotazioni è quella delle quotazioni arrotolate su determinati timeframes (tempi) con i principali indicatori OHLC (Open, High, Low, Close). E non è un segreto che ad ogni timeframe la rappresentazione grafica sarà diversa o addirittura sorprendentemente diversa.

Quindi, vale la pena analizzare le candele/il grafico a barre? Forse dovremmo considerare un grafico simile a questo:

Forum sul trading, sistemi di trading automatico e test di strategia

Modelli per MT5

Karputov Vladimir, 2016.04.21 11:33

Template"Bid Ask Last and Trade.tpl" che visualizza solo i prezzi Bid, Ask, Last e i livelli di trading. Lo sfondo è bianco. Le barre e le candele non vengono visualizzate.

Indicatori usati: -

Vista del grafico:

Vista grafica. Template "Bid Ask Last and Trade.tpl"

Personalizza i colori del template:

Regolazione dei colori nel modello "Bid Ask Last e Trade.tpl


Quindi è un grafico completamente vuoto. Solo il prezzo. Nessun grafico - niente barre o candele.

 
Karputov Vladimir:

La rappresentazione abituale delle quotazioni è quella delle quotazioni arrotolate su determinati timeframes (tempi) con i principali indicatori OHLC (Open, High, Low, Close). E non è un segreto che ad ogni timeframe la rappresentazione grafica sarà diversa o addirittura sorprendentemente diversa.

Quindi, vale la pena analizzare le candele/il grafico a barre? O forse dovremmo considerare un grafico come questo:


Cioè, questo è un grafico completamente pulito. Solo il prezzo. Non ci sono costruzioni grafiche, né barre né candele.

È facile... entrare con un lotto minimo in qualsiasi direzione e al profitto>X chiudere la posizione fino al giorno successivo, ad un drawdown>Y iniziare la media e dopo 0 o fallimento Z uscire dal mercato per una settimana... così si può anche senza un grafico :) usando solo timer e avvisi
 
Maxim Kuznetsov:
Non hai bisogno di molti soldi per iniziare una mediazione, puoi farlo con uno 0 o una Z e lasciare il mercato per una settimana... Non ho bisogno di un grafico :) basta seguire il timer e gli avvisi.
A quanto pare sei un teorico, in pratica, il tuo metodo fallirà, la media porterà alla perdita del deposito, prima o poi, per non parlare delle insidie che crea il tuo "broker"!
 
Olexiy Polyakov:
A quanto pare sei un teorico, in pratica, il tuo metodo fallirà, la media porterà alla perdita del deposito, prima o poi, per non parlare delle insidie che il tuo "broker" crea!!!
Quando si fa trading su un grafico nudo (cioè, assolutamente nudo - solo il prezzo corrente e nessuna storia), questa è l'unica strategia sensata :-)
 
Karputov Vladimir:

La rappresentazione abituale delle quotazioni è quella delle quotazioni arrotolate su determinati timeframes (tempi) con i principali indicatori OHLC (Open, High, Low, Close). E non è un segreto che ad ogni timeframe la rappresentazione grafica sarà diversa o addirittura sorprendentemente diversa.

Quindi, vale la pena analizzare le candele/il grafico a barre? O forse dovremmo considerare un grafico come questo:


Cioè, questo è un grafico completamente pulito. Solo il prezzo. Non ci sono costruzioni grafiche, né barre né candele.

Non è affatto un grafico. Potresti anche mostrare qualche cursore verticale. Cioè, non c'è una storia visiva delle citazioni. Allora dovrebbe essere senza candele, ma un puro grafico bid/ask
 

Quello che volevo dire è che i prezzi vengono in un flusso di prezzi. Questo flusso potrebbe essere qualcosa del genere (è essenzialmente un ritaglio da un grafico a tick):

Flusso dei prezzi

Ma quando questo flusso è arrotolato in timeframes - si ottengono viste/figure completamente diverse (tutto dipende dalla vostra immaginazione) su diversi timeframes. Ma far collassare i dati in archi temporali uccide qualcosa nei dati. Qualcosa di molto importante.

 
Il tennis da tavolo può essere giocato al buio strofinando prima l'aglio sulla palla, diverso input sensoriale - diverso risultato - i lavori per i ciechi sono considerati ))))
 
Karputov Vladimir:

Quello che volevo dire è che i prezzi vengono in un flusso di prezzi. Questo flusso può essere qualcosa come questo (è essenzialmente un ritaglio da un grafico in tick):


Ma quando questo flusso è arrotolato in timeframes - si ottengono viste/figure completamente diverse (tutto dipende dalla vostra immaginazione) su diversi timeframes. Ma far collassare i dati in intervalli di tempo uccide qualcosa nei dati. Qualcosa di molto importante.

Vladimir!

Tu in SUBJ hai detto - "E forse dovremmo guardare questo grafico" che mostra un foglio bianco, tranne che con l'attuale Bid/Ask... E ciò che intendevi con questo è noto solo ai tuoi scarafaggi delle mani :-)

Quindi parleremo di un foglio pulito... senza tracce di insettopoidi

 
Karputov Vladimir:

Quello che volevo dire è che i prezzi vengono in un flusso di prezzi. Questo flusso può essere qualcosa come questo (è essenzialmente un ritaglio da un grafico in tick):


Ma quando questo flusso è arrotolato in timeframes - si ottengono viste/figure completamente diverse (tutto dipende dalla vostra immaginazione) su diversi timeframes. Ma far collassare i dati in intervalli di tempo uccide qualcosa nei dati. Qualcosa di molto importante.

Se dividiamo i tick in tick Baja e tick Seles, otteniamo una visualizzazione del mercato a grappolo e un'interpretazione teorica del VSA. In che modo le barre differiscono dalle candele giapponesi = colore, cioè informazioni extra, ma quali informazioni extra possono essere estratte dal flusso dei prezzi sul grafico?
 
Karputov Vladimir:

Quello che volevo dire è che i prezzi vengono in un flusso di prezzi. Questo flusso può essere qualcosa come questo (è essenzialmente un ritaglio da un grafico in tick):


Ma quando questo flusso è arrotolato in timeframes - si ottengono viste/figure completamente diverse (tutto dipende dalla vostra immaginazione) su diversi timeframes. Ma far collassare i dati in archi temporali uccide qualcosa nei dati. Qualcosa di molto importante.

Sì, con i candelieri è molto semplice. Dal punto di vista del DSP, è il campionamento del segnale senza sopprimere la componente RF che porta a risultati assurdi. Per esempio, per un grafico a candele su M1 la frequenza di campionamento sarà di 1/60 Hz. Pertanto, il segnale che useremo per i grafici a candela non dovrebbe contenere componenti HF con frequenze superiori alla metà della frequenza di campionamento, cioè 1/60/2 Hz.

Non viene fatto alcun filtraggio, ovviamente, quindi OHLC è un parto della parola.

 
Alexey Volchanskiy:

Sì, è molto semplice con le candele. Dal punto di vista del DSP è il campionamento del segnale senza sopprimere la componente HF, il che porta a risultati assurdi. Per esempio, per un grafico a candele su M1 la frequenza di campionamento sarà di 1/60 Hz. Pertanto, il segnale che useremo per i grafici a candela non dovrebbe contenere componenti HF con frequenze superiori alla metà della frequenza di campionamento, cioè 1/60/2 Hz.

Non viene fatto alcun filtraggio, ovviamente, quindi OHLC è un parto della parola.

D'altra parte, con il filtraggio avremo un inevitabile ritardo dopo il filtro, che è inaccettabile per il commercio.
Motivazione: